Zarb e Variazioni Ritmiche con Bastian Pfefferli

Zarb e Variazioni Ritmiche con Bastian Pfefferli

Bastian Pfefferli condurrà il seminario sullo Zarb con particolare attenzione al tema delle variazioni ritmiche.

Descrizione

Bastian Pfefferli condurrà il seminario sullo Zarb con una attenzione particolare al tema delle variazioni ritmiche. I partecipanti verranno introdotti alle tecniche esecutive dello Zarb e saranno presentati alcuni metodi per lavorare con ritmo e fraseggio.
Questi ultimi sono applicabili nella maggior parte degli stili musicali come a tutti gli strumenti.
Ci saranno interventi attivi in modo che i partecipanti possano ascoltare e praticare stili e tecniche.

Contenuto
Il seminario verterà su due temi principali:

Tecnica dello Zarb
– Colpi e ritmi di base
– Esercizi elementari
– L’uso di queste tecniche su altri strumenti.
(Tamburo a Cornice, Darbuka, Djèmbe, Cajon)

Il processo della composizione ritmica e le differenti forme di variazione
– Serie ritmiche Iraniane
– Strutture ritmiche del repertorio per Tabla del nord dell’India; Tihai, Kaida, Chakradar etc.
– Avvicinamento alla poliritmia e al metro dispari; calcolo, suddivisione, livelli.

A chi è rivolto

Consigliato per i percussionisti e hand drum players. Il seminario si focalizza infatti su numerosi concetti ritmici specifici. Tuttavia sono benvenuti anche altri musicisti che nutrono interesse ad apprendere differenti possibilità per sviluppare il loro lavoro sulla ritmica.
Saranno a disposizione alcuni Zarb per i partecipanti attivi. Ogni partecipante effettivo dovrà portare con sé il proprio strumento.

Partecipanti

Partecipazione attiva: per poter seguire il seminario al meglio è richiesto un livello intermedio.
Non è requisito necessario la lettura della partitura.
Uditori: è benvenuto chiunque sia interessato all’argomento proposto e ai suoi temi.

Materiali / Partiture

Verranno fornite dispense con esempi degli argomenti trattati. Inoltre, al termine del seminario, verrà inviata via email una dispensa riassuntiva del lavoro, con strutture ritmiche e composizioni presentate e praticate durate il seminario.

Informazioni Pratiche
Min. 5 | Max. 10 Partecipanti
Materiali, Tessera Associazione, Break, Pranzo e Aperitivo Inclusi
– Dead-line per iscriversi Giovedì 13 giugno 2019
– Il versamento della quota d’iscrizione è da effettuarsi online via sito oppure all’arrivo in sede.
– Il corso è condotto in Inglese, con traduzione simultanea in Italiano.
– Zarb a disposizione per chi non avesse il proprio.
– Per info scrivere a: info@salottoinprova.it
Per gli iscritti al workshop, ingresso gratuito al concerto di Bastian Pfefferli previsto per il 16 giugno alle ore 17:00

Time Table

  • Accoglienza e Registrazione ore 10:30
  • Inizio Seminario ore 11:00
  • Pausa Pranzo ore 13:00
  • Lavoro Pomeridiano dalle ore 14:00
  • Fine Seminario ore 18:00
    Break a metà pomeriggio e, a fine workshop, aperitivo open-end.

 

Zarb
Lo Zarb, chiamato anche Tombak, è un tamburo dalla forma a coppa e le sue origini si riferiscono alla musica classica Iraniana. Lo Zarb ha numerose e particolareggiate tecniche di esecuzione e per questo motivo risulta sonoro e intonato. Anche se in origine è stato uno strumento impiegato semplicemente per l’accompagnamento ritmico, nel tempo ha raggiunto il ruolo di un importante strumento solista. Hossein Tehrani è considerato il padre del moderno Tombak che, da lui, ha iniziato la sua evoluzione. Oggi lo Zarb è impiegato in numerosi contesti e stili differenti; dalla word music ed etnica a quella rinascimentale e barocca, dalla musica classica contemporanea alla musica elettronica.
In anni recenti, musicisti come la Famiglia Chemirani, Pejman HadadiMohammad Reza Mortazavi, hanno contribuito allo sviluppo musicale e tecnico del Tombak.

Bastian Pfefferli

Bastian Pfefferli ha studiato percussioni classiche a Basilea e Parigi. Nel corso dei suoi studi in Francia ha scoperto lo Zarb che, negli anni, è diventato il suo strumento di riferimento. Suona in numerosi gruppi come Braz Bazar, NIM Trio, Sprachhaus M, Fauteuil Theatre Company e in differenti contesti musicali che spaziano dalla musica contemporanea a quella elettronica, etnica e teatro. Si esibisce anche in veste di solista. Ha avuto commissioni e prime assolute di numerosi brani per Zarb e scrive musica per il suo gruppo e per la sua attività come solista.
Le sue composizioni vertono sulla modulazione ritmica, i metri dispari e la poliritmia.
Bastian Pfefferli ama sempre spingersi oltre i confini e le abitudini consolidate dei differenti generi e tradizioni musicali. Contemporaneamente allo studio e pratica dello Zarb approfondisce il lavoro su i Tamburi a Cornice e Tabla, famiglie di strumenti a percussione che si influenzano vicendevolmente.

________________________________________________________________________________________________________________________________

Bastian Pfefferli will conduct a Workshop around the Zarb and the topic of rhythmical variation.
He will be introducing it’s participants to the playing-techniques of the Zarb, and presenting
different concepts to work with rhythm and musical phrases. These concepts are applicable to
almost any music-style as well as to all instruments. There will be as much as possible active
parts, where the participants can hear and try out these concepts themselves.

The workshops content
The workshop will focus on two main topics:

Zarb technique
– basic strokes and basic rhythms
– elementary exercises
– how to use these techniques on other instruments
(Framedrums, Darbuka, Djémbe, Cajon…)

The process of rhythmical composition and different forms of variation
– Iranian rhythm series
– Rhythmic structures from north Indian Tabla repertoire; Tihai, Kaida, Chakradar, etc.
– approaching polyrhythms and odd-meters; calculating, grouping, layering

Instruments
As the workshop focuses on different rhythmical concepts, handdrum-players and other
percussionists would be the main targeted group.
But also all other musicians with an interest to learn about different ways of developing rhythmical concepts are warmly welcomed.
Some Zarbs will be available to try out, though they can’t be provided for all the participants.
So every active participant should bring his instrument.

Participants
Active participation: an intermediate level on their instrument is required, to be able to follow the
workshop. Sheet-music reading is not necessarily required.
Passive participation: anyone interested in the presented topics is welcomed.

Practical information

Min. 5 | Max. 10 Participants
Materials, Association Card, Break, Lunch and Aperitif Included
Deadline to register Thursday 13 May 2019
The payment of the registration fee is to be made online via the website, or at you arrival previous registration via email.
The course is conducted in English with simultaneous translation in Italian.
For info write to: info@salottoinprova.it

Time Table

– Reception and Registration 10:30 am
– Start Workshop 11:00 am
– Lunch break at 1:00 pm
– Afternoon work from 2:00 pm
– End of Workshop 6.00 pm
– Break in mid-afternoon and, at the end of the workshop, open-end aperitif.

Material/Scores
There will be a printed handout at the workshop with examples of the discussed subjects.
A summarizing paper with the precise structures, compositions etc that have been worked on
during the workshop, can be send to the participants by E-mail afterwards.

The Zarb also called Tombak, is a goblet shaped handdrum with its origins in traditional and
classical Iranian music.
It has a particularly vast amount of playing techniques and so resulting sounds and pitches.
While originally being a simple instrument for rhythmic accompaniment, it has established itself to
a rich solo instrument. Hossein Tehrani is regarded as the father of modern tombak, who started
this evolution.
It is now used in many different music styles like all sorts of ethnic/world music, renaissance and
baroque, contemporary classical music, electronic music , etc. Players like the Chemirani Family,
Pejman Hadadi or Mohammad Reza Mortazavi did contribute in particular to its musical and
technical development in recent years.

Bastian Pfefferli
Bastian Pfefferli studied classical percussion in Basel and Paris. During his studies in Paris he
discovered the Zarb. Over the years this became his Instrument of predilection. He plays it in a
vast amount of groups and contexts. Such as contemporary music, electronic music, theatre
music, ethnic music in groups like Braz Bazar, NIM Trio, Sprachhaus M, Fauteuil Theatre
Company and as well as soloist. He commissioned and premiered several pieces for Zarb, and he
writes music for his groups and his activity as a soloist.
His compositions usually turn around rhythmic modulations, odd-meters and polyrhythms; always
aiming to break up boundaries and habits in the different musical traditions and genres.
Simultaneously he studied Tabla and frame-drums which influenced a lot his Zarb playing and
vice versa.