Warning: Use of undefined constant all - assumed 'all' (this will throw an Error in a future version of PHP) in /home/salottoi/public_html/wp-content/themes/salotto/functions.php on line 124

Toolbox

Toolbox

Toolbox | Chiara Saccone e Chiara Percivati

Descrizione

Toolbox nasce dalla collaborazione tra Chiara Saccone pianista e Chiara Percivati clarinettista.
Il duo si è specializzato nel repertorio contemporaneo e nella performance frequentando Master e Accademie di fama internazionale. Il progetto che le unisce sviluppa una nuova idea di interprete, in cui si fondono il ruolo del musicista e quello del performer. Lo strumentario utilizzato non si limita agli strumenti tradizionali ma include oggetti sonori insoliti e lo stesso corpo.
Con questa “cassetta degli attrezzi” a disposizione, il duo spazia dal repertorio strumentale a quello
performativo puro, collaborando con alcuni tra i compositori più interessanti della sua generazione.
________________________________________________________________________________________________________________

Chiara Saccone ha frequentato la Scuola di Musica di Fiesole con la guida della Maestra Maria Grazia Cantelli, diplomandosi nel 2006 a pieni voti presso l’Istituto Musicale Pareggiato Mascagni di Livorno. Ha proseguito gli studi perfezionandosi con il Maestro Paolo Bordoni.
Nel 2010 ha concluso cum laude il Biennio di Musica da Camera presso il Conservatorio Frescobaldi di Ferrara e il Biennio di formazione orchestrale dell’Orchestra Giovanile Italiana. Grazie ad un Erasmus presso l’Hochschule Musik di Trossingen si avvicina alla musica contemporanea.

Tra il 2011 e il 2013 frequenta il Master di Musica Contemporanea presso l’Hochschule Musik Luzern, dove ha la possibilità di suonare per compositori come Helmut Lachenmann, Frederic Rzewski, Vinko Globokar, Wolfgang Rihm, Sofia Gubaidulina, Beat Furrer, Simon Steen Andersen,
Jennifer Walshe. E’ vincitrice nell’ anno 2012-2013 della borsa di studio “Swiss Government Excellence” conferita ai migliori studenti stranieri ammessi ad una università svizzera.

Ha suonato per il Festival Luzern am Sommer con la Junge Philharmonie Zentralschweiz diretta da Andres Mustonen e con la Lucerne Festival Academy Orchestra sotto la direzione di Peter Eötvös.
Si è esibita all’Impuls, International Ensemble and Composers Academy for Contemporary Music a Graz come solista ed in diverse formazioni. Dal 2013 si esibisce nella rassegna di Toscana Classica a Firenze in formazioni da camera e come solista. Nel 2015 ha eseguito come solista il concerto
K413 di Mozart con l’Orchestra da Camera Fiorentina e Chiffre 1 di Wolfgang Rihm con l’Ensemble Montaigne. Ha tenuto numerosi concerti in Italia, Svizzera e Germania.
Ha frequentato la Dartington Summer School come borsista nel 2013, l’Impuls Academy 2013 e gli Internationales Musikinstitut Darmstadt 2014.
E’ stata ospite della stagione Rondò 2016 del Divertimento Ensemble, eseguendo al Teatro Litta di Milano il Klavierstück XII di Stockhausen.

Chiara Percivati ha iniziato lo studio del clarinetto presso il Civico Istituto Musicale “A. Corelli” di Pinerolo sotto la guida di Fabrizio Fantino. Ha proseguito gli studi al il Conservatorio “G. Verdi” di Milano, dove ottiene il diploma accademico di secondo livello con Sergio Delmastro e il
master in alto perfezionamento strumentale con Alessandro Carbonare.
Da sempre interessata alla musica d’oggi, Chiara è stata borsista dell’Ensemble XX secolo dell’Accademia del Teatro alla Scala dal 2009 al 2012 e membro dello IEMA Master’s degree program in specialized contemporary performance 2013/14, presso la Hochschule di Francoforte
sotto la guida dell’Ensemble Modern.

Si è esibita per il Wiener Festwochen Festival, Holland Festival, Ruhrtriennale, MITO festival, Cresc… Festival, Kortrijk Festival, Klangspuren Festival, Wittener Tage für neue Kammermusik, GaudeamusMuziekweek, Festival Traiettorie di Parma, ZKM Karlsruhe, Impuls Festival,
Teatro alla Scala di Milano e presso il Parco della musica di Roma.
Ha lavorato con direttori quali Peter Rundel, George Benjamin, Daniele Gatti, Marco Angius, Lucas Vis, Frank Ollu, Francesco Angelico, Robert HP Platz, Jonathan Stockhammer, Clement Power, Yoichi Sugiyama, Brad Lubman, Renato Rivolta e Susanna Mälkki.
Tra le sue principali collaborazioni l’Ensemble Modern, l’EMO -Ensemble Modern Orchestra-,
l’orchestra e l’Ensemble XX secolo dell’Accademia del Teatro alla Scala, e molte altre.

Chiara si è perfezionata con Nina Janßen-Deinzer, Alessandro Carbonare – Master annuale di alto perfezionamento strumentale -, Fabrizio Meloni, Ernesto Molinari, Enrico Maria Baroni e Paolo Beltramini, e ha partecipato ai corsi di musica da camera tenuti dall’Altenberg Trio, all’International
Ensemble Modern Academy di Schwaz 2011, all’Impuls Festival 2015 e 2017 e agli Internationale Ferienkurse für Neue Musik di Darmstadt 2016.
Ha studiato composizione presso la Scuola Civica di Milano e affianca da diversi anni all’attività concertistica quella didattica e di ricerca.

 

Programma

Matthew Shlomowitz
“Lettera Piece n° 5 “Northern Cities” per due musicisti (2007+)
Vinko Globokar
“Voix instrumentalisée” per clarinetto basso (1973)
Francois Sarhan
“Situation n° 7 Imagination” per due musicisti (2008)
Matthew Shlomowitz
da Popular Contexts Volume 3 – “See my Logic” per pianoforte, voce ed azioni (2010)
Simon Steen-Andersen
” Difficulties putting it into practice” per due musicisti (2007 rev. 2010)

 

Performance musicale curata da Toolbox

Il ruolo di musicista e quello di performer si fondono, l’interprete diventa co-compositore e curatore, in una visione fluida e in divenire del proprio ruolo musicale e artistico.
Lo strumentario utilizzato non si limita quindi agli strumenti tradizionali, ma include oggetti sonori, “object trouvé”, il corpo e la voce delle performer.
Il gesto, legato al suono o da questo indipendente, acquista in questi lavori, la stessa importanza strutturale del suono, in un dialogo a tratti poetico, a tratti allucinato, tra ciò che si vede e ciò che si ascolta.

Video YouTube Michele Innocente, 2017