“Percussioni a Merenda” Laboratorio per Bambini in 5 lezioni

“Percussioni a Merenda” Laboratorio per Bambini in 5 lezioni

Docente Lorenzo D’Erasmo

180,00 

Descrizione

Il  laboratorio è composto da cinque lezioni, alla fine delle quali i bambini suoneranno insieme uno strumento auto costruito in forma di concerto.
I partecipanti esploreranno e approfondiranno le possibilità manuali,  utili alla costruzione di uno strumento musicale e inizieranno a formare la propria sensibilità sonora necessaria durante il processo di ideazione e costruzione, fino al risultato finale.
Il docente utilizzerà i tamburi a cornice come strumento “leader”, guida e direttore d’orchestra dell’ensemble degli strumenti auto costruiti.

Il ciclo di lezioni prevede tre fasi:

– Una parte di introduzione ad alcuni strumenti a percussione che diventeranno in seguito fonte di ispirazione per la costruzione del proprio.
– Fase di costruzione
– Pratica musicale individuale e d’insieme. Durante il primo incontro, verranno presentati diversi strumenti a percussione semplici, con particolarità timbriche ed espressive interessanti e stimolanti.

 

 

 

Programma

 Fase 1 – Introduzione
Lezione I 

La fase di scelta è fondamentale, infatti lo strumento affine alla sensibilità del bambino, sarà in seguito fonte di ispirazione per costruire il proprio oggetto sonoro.
Alcuni strumenti, come le percussioni di metallo o quelle particolarmente intonate, sono troppo complessi per essere costruiti ma, se risultassero fonte d’interesse, saranno integrati nel set strumentale individuale per arricchire le possibilità sonore dello strumento auto costruito.

 Strumenti presentati e classificati per materiale

Legno
– Wood Blocks (pezzi di legno intonati con cassa di risonanza)
– Claves (piccoli bastoncini di legno intonati usati per la musica dell’area latino americana e dell’africa centrale)
– Temple blocks (strumento simile al wood block)
– Bambù chimes (pendolo con leggenti di bambù appesi)

Metallo
– Crotali (piccoli piatti intonati, molto acuti)
– Cimbali (piccoli piatti usati per la meditazione nelle zone del Tibet e Cina)
– Dobaci (campana tibetana)
– Piatto
– Thai Gong (piccoli gong intonati)

Shaker
– Maracas
– Quica ( tamburo a frizione. Lo sfregamento di una corda a contatto con la pelle del tamburo, produce un suono simile alla voce umana).
– Spring drums ( tamburo con molla libera al centro della pelle, si suona facendo vibrare la molla. Se agitato produce un “effetto tuono”, se la molla viene colpita si ottiene un “clap thunder”,“effetto lampo”. È possibile variare l’intonazione mettendo la mano sopra l’apertura).

 Fase 2 – Costruzione
Lezioni II – III

La fase di costruzione è un momento molto importante del laboratorio. Il bambino, che in precedenza ha scelto il proprio suono attraverso la conoscenza di uno degli strumenti presentati, dovrà creare una “coppia” sonora personale, servendosi, come punto di partenza, della fonte di ispirazione sonora scelta fra quelle degli strumenti già esplorati.

I materiali di costruzione sono di uso comune e saranno inclusi nella quota di partecipazione.

– Scatole di cartone
– Riso o sassolini
– Fogli di carta
– Cilindri di cartone
– Superfici leggere di qualsiasi materiale
– Carta vetrata
– Carta velina
– Pennarelli-Matite/Colla/Scotch

Fase 3 – Pratica musicale individuale e d’insieme
Lezioni IV  – V

La terza e ultima fase sarà il momento in cui i partecipanti al laboratorio scopriranno la natura musicale dei due strumenti ( strumento scelto e  strumento costruito).
La pratica d’insieme sarà condotta dal docente che utilizzerà il suono del tamburo a cornice come se fosse il direttore d’orchestra dell’ensemble. Dai primi momenti di improvvisazione si proseguirà nel formare una struttura musicale individuale e d’insieme per arrivare ad una vera e propria composizione per strumenti auto costruiti.
Il lavoro svolto dai bambini durante il laboratorio sarà presentato in forma di concerto per ensemble al termine del quinto modulo.

Informazioni pratiche

Date:
I° Lezione
 Giovedì 3 ottobre 2019 dalle ore 17:30 alle ore 19:00
II° Lezione
 Giovedì 10 ottobre 2019 dalle ore 17:30 alle ore 19:00
III° Lezione
 Giovedì 17 ottobre 2019 dalle ore 17:30 alle ore 19:00
IV° Lezione
 Giovedì 24 ottobre 2019 dalle ore 17:30 alle ore 19:00
V° Lezione
 Giovedì 31 ottobre 2019 dalle ore 17:30 alle ore 19:00
Al termine dell’ultimo incontro concerto a ingresso libero.

Quota per cinque lezioni: 180 euro. Tessera Associazione e materiali didattici inclusi.
Min. 3 bambini | Max. 8 bambini
Per informazioni scrivere a : info@salottoinprova.it
Oppure telefonare al numero : 347 30 69 766

Docente Lorenzo D’Erasmo

Percussionista diplomato con il massimo dei voti e menzione d’onore al Conservatorio G. Verdi di Milano con Andrea Pestalozza,  si è in seguito specializzato alla Hochschule di Friburgo in Brisgovia. Partecipa a diversi Festival come MI-TO, Biennale di Venezia, MilanoMusica Festival, Mantova Chamber Music Festival, Stagione Sentieri Selvaggi, Rondò Divertimento Ensemble, MDI Ensemble, Orlèans Concours Internationale, Transart Festival Bolzano e altri. Approfondisce la pratica e lo studio dei tamburi a cornice con Andrea Piccioni, partecipa regolarmente ai corsi di specializzazione dell’Accademia Tamburi Mundi a Friburgo in Brisgovia, studia tecnica esecutiva e improvvisativa per Lamiera HN® con Dario Buccino.
Lorenzo D’Erasmo è vicepresidente dell’Associazione per Musica e Arti, Salotto in Prova ed è responsabile dei corsi di formazione su percussioni e tamburi a cornice.

Ha collaborato con con diversi musicisti e compositori come Beat Furrer, Emilio Pomarico, Simon Steen-Andersen, Unsuk Chin, Francesco Filidei, Sandro Gorli, Mauro Lanza, Chaya Czernowin, Robert HP Platz, Filippo Perocco, Tito Ceccherini, Stefano Gervasoni, Toshio Hosokawa, Yoichi Sugiyama.

 

 

Galleria