Massimo Carrieri

Massimo Carrieri

“In a Mediterranean mood” Piano | Solo

10,00 

Descrizione

“In a Mediterranean mood”, tra composizione e improvvisazione. Nelle partiture di Massimo Carrieri, confluiscono organizzazione e improvvisazione, tradizione e innovazione.
Un temperamento alimentato da un background alquanto eterogeneo, frutto delle varie esperienze e collaborazioni negli anni, dalla personale attrazione per le musiche del mondo e il legame mai interrotto con la terra d’origine, la Puglia, le immagini, i viaggi.
Tutti elementi che hanno contraddistinto un’ idea di fare musica e un pensiero che abbandona ogni forma di classificazione, vicino a logiche più architettoniche che musicali.
Un punto di partenza che disegna un’estetica unica e personale, un’indole sensibile e raffinata che coglie ispirazione da materie ed argomenti spesso extra musicali o propriamente autobiografici in un’ottica di continua ricerca e sperimentazione.

_____________________________________________________________________________________________________________

Massimo Carrieri, nato a Martina Franca è milanese d’adozione. Ha completato gli studi al Conservatorio “Giuseppe Verdi” di Milano e si è  diplomato in organo, composizione e pianoforte jazz. Tra i suoi Maestri Giancarlo Parodi, Marco Tutino, Antonio Zambrini, Pino Jodice.
Allievo di Luis Bacalov, si è perfezionato in musica da film all’Accademia Chigiana di Siena e al  Berklee College of Music di Boston.
Fin da subito la sua attività professionale si sviluppa sia come strumentista sia come eclettico compositore ed arrangiatore, un percorso nel quale si sono avvicendate esperienze e collaborazioni tra le più varie, come le orchestre sinfoniche de “I Pomeriggi Musicali” e “G.Cantelli”, l’Orchestra Internazionale d’Italia, big band -Verdi Jazz Orchestra, Salerno Jazz Orchestra-, studi di registrazione, e musicisti di rilievo internazionale, quali Antonella Ruggero, Chiara Civello, Fabrizio Bosso, Nicola Conte, Lica Cecato (Brasile), Marco Tamburini, Gianluigi Trovesi, Cristina Zavalloni, i comici Maurizio Crozza e Gioele Dix, lo scrittore Donato Carrisi.
Sue partiture hanno visto la direzione di Alessandro Ferrari, Ermir Krantja, Alberto Veronesi.

Realizza arrangiamenti per programmi televisivi Rai, scrive musica di scena per spettacoli teatrali e spot televisivi. Ultimamente ha ricoperto il ruolo di direttore musicale dello spettacolo “La febbre del sabato sera”, musical diretto da Claudio Insegno, attualmente in programmazione nei maggiori teatri italiani.

Due i dischi pubblicati a suo nome “Seven” e “Zahir”, un terzo in preparazione. A novembre 2018 ha pubblicato il singolo ” Le Clair” nel quale, per la prima volta, si presenta all’interno di un videoclip. Ha suonato la sua musica in vari continenti esibendosi in Europa, Australia e Stati Uniti.

Ph. Copertina e galleria Giulia Marangoni

 

Galleria