Duo Kubin

Duo Kubin

Nel 2016 Elena Talarico e Francesco Zago fondano KUBIN, duo che ripropone musiche del Novecento “colto” affiancandole a riletture cameristiche del rock più evoluto.

Descrizione

Nel 2016 Elena Talarico e Francesco Zago fondano KUBIN, che ripropone musiche del Novecento «colto» affiancandole a riletture cameristiche del rock più evoluto. Il repertorio comprende brani di Bill Whitley, Giorgio Colombo Taccani, Arvo Pärt, Erkki-Sven Tüür, Rossen Balkanski, King Crimson, Tuxedomoon, Yūgen, Girolamo De Simone, Alberto Ginastera e altri ancora. Il nome del duo è ispirato al genio visionario dell’illustratore e scrittore austriaco Alfred Kubin.

Elena Talarico -1993- intraprende lo studio del pianoforte all’età di 12 anni presso la scuola media ad indirizzo musicale Rinascita A. Livi con Violetta Rizzo. Successivamente entra nella classe del M° Victoria Terekiev presso la Civica Scuola di Musica Claudio Abbado e, conseguita la maturità col massimo dei voti, si laurea in pianoforte nel 2016 con 110/110 e lode con una tesi sullo sviluppo del preludio per tastiera da Bach al Novecento. Nello stesso anno si iscrive al corso di biennio specialistico in pianoforte solistico a indirizzo interpretativo presso il Conservatorio G. Verdi di Como, sotto la guida del M° Pier Francesco Forlenza, laureandosi nel 2018 con 110/110, lode e menzione d’onore con una tesi su Claude Debussy. Frequenta inoltre il corso di musica da camera crossover con il M° Francesco Zago presso il dipartimento IRMus di Milano. È iscritta al primo anno di Scienze della musica e dello spettacolo, curriculum musicologico, presso la facoltà di studi umanistici dell’Università Statale di Milano.

Parallelamente allo studio si dedica con entusiasmo anche all’attività di insegnamento dello strumento presso il prestigioso Istituto Leone XIII di Milano.

Vince numerosi premi come solista in concorsi nazionali e internazionali, diverse borse di studio (tra cui Borsa Gerli, Piano City Milano 2014 e 2015, “Città di Borgosesia”, Premio Anna Colonna di Stigliano) e partecipa a molte attività concertistiche e masterclass di pianoforte, musica da camera e improvvisazione (tra cui i Maestri I. Longato, A. Przemyk-Bryła, F. Zago). Nel 2017, dopo una selezione, viene ammessa come allieva attiva, unica italiana, al corso di perfezionamento del M° Paul Badura-Skoda presso l’Hochschule für Musik und Theater Rostock in Germania.

Oltre agli studi pianistici porta avanti con successo la formazione cameristica, studiando con i Maestri Victoria Terekiev, Federica Valli e Paolo Beschi, vincendo diversi premi in vari concorsi nazionali e internazionali in diverse formazioni, dal duo al trio.

Suona frequentemente in Italia e all’estero e si esibisce per prestigiose rassegne e manifestazioni in diverse sale e teatri, tra i quali: Museo Teatrale alla Scala, Sala Barozzi di Milano, Teatro Sociale di Como, Villa Litta di Lainate, Istituto dei residenti di lingua tedesca città di Bruxelles, Villa Scheibler di Milano, Teatro Linguaggicreativi, Teatro Civico di Varallo.

Nel 2018 fonda il quartetto Eurythmia insieme a Emanuele Rigamonti, Giona Pasquetto e Sofia Manvati, nato dall’idea di esplorare il repertorio moderno e contemporaneo più avanzato e meno frequentato. Debutta nel 2018 con l’esecuzione del Quatuor pour la fin du temps di O. Messiaen per la Giornata della Memoria presso l’Auditorium del Conservatorio di Como.

Ha inciso per il compositore americano W.Whitley in varie formazioni cameristiche, dal duo pianistico al quartetto, e in agosto 2017 è stato pubblicato il cd “I Dream Awake” per l’etichetta Ravello Records (USA). Con l’etichetta Preludio ha pubblicato un cd digitale nel settembre 2017 con musiche per pianoforte del compositore A. Toffolo.

Nel 2018 ha inciso per Da Vinci Classics il Quatuor pour la fin du Temps di O. Messiaen eseguito con l’Eurythmia Quartet per la Giornata della Memoria: il cd è previsto in uscita a giugno.

Francesco Zago -Milano, 1972- è chitarrista classico ed elettrico, compositore, arrangiatore e produttore. Ha studiato chitarra classica presso la Civica Scuola di Musica «C. Abbado» di Milano sotto la guida del M° Agostina Mari. Dopo essersi diplomato nel 1999, si è specializzato nel repertorio contemporaneo. Con il M° Renato Rivolta ha studiato musica da camera moderna e contemporanea (1999-2002) e direzione d’orchestra (2008-2010).

Si è laureato in filosofia della scienza nel 1998 con il massimo dei voti e la lode presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano.

Dal 2010 insegna chitarra elettrica, improvvisazione non jazzistica e musica da camera crossover presso la Civica Scuola di Musica “C. Abbado” di Milano. Presso la stessa scuola, tiene corsi nell’ambito del triennio AFAM.

Fin dai primi anni Novanta ha fatto parte di diversi gruppi rock, con i quali ha suonato in tutta Europa. Fra il 1997 e il 2016 ha pubblicato oltre quindici cd, in veste di compositore, chitarrista o produttore. Dal 1993 al 2000 ha fatto parte dei Night Watch, con cui ha pubblicato il cd Twilight (1997). Nel 2005 ha dato vita all’ensemble Yugen, che finora ha pubblicato cinque cd. Nel 2006 ha fondato il duo Zauss con il sassofonista svizzero Markus Stauss, pubblicando cinque cd per l’etichetta Fazzul. Nel 2012 è entrato a far parte degli Stormy Six, formazione storica del movimento Rock in Opposition, con cui ha pubblicato, insieme a Moni Ovadia, il cd/dvd Benvenuti nel ghetto (2013). È inoltre stato chitarrista, compositore e paroliere dei Not a Good Sign, con cui realizzato due cd per l’etichetta AltrOck/Fading. Altri progetti sono Kurai (2009) e Empty Days (2013), quest’ultimo con la cantante americana Elaine Di Falco. Dal 2013 fa parte dei Red Rex, che ripropongono la musica dei primi King Crimson. Nel 2014 ha arrangiato e diretto le sezioni orchestrali con la Budapest Radio Orchestra per il gruppo GTV.

Nel 2015 ha dato vita ai Barrakha Epos, insieme a Umberto Fiori e Pino Martini, con lo spettacolo su Emilio Lussu “A rapporto”. Nel 2005 ha fondato, con Marcello Marinone, l’etichetta discografica AltrOck Productions, dedicata alle musiche alternative e che oggi conta oltre sessanta cd in catalogo.

Ha lavorato con numerose formazioni ed ensemble cameristici, con cui ha svolto un’intensa attività concertistica. In particolare, dal 2008 collabora con RepertorioZero, con cui ha suonato in Italia e in tutta Europa. Con lo stesso gruppo ha inciso il cd Dulle Griet (Æon, 2013) con musiche di Giovanni Verrando.

Con Renato Rivolta ha fondato l’ensemble elettro-acustico Off Topic, con cui nel 2014 ha prodotto lo spettacolo Crossfade – Oltre le avanguardie per il Centro Culturale San Fedele (Milano). Per lo stesso Centro ha suonato come solista in occasione del festival Inner Spaces (marzo 2015) e per la rassegna Doppio Ritratto – Bach Scarlatti (ottobre 2015). Nell’edizione del 2017 ha presentano una rilettura del Cantus in memoriam Benjamin Britten di Arvo Pärt. In ESP – Electric Solo Performance Zago alterna composizioni del repertorio contemporaneo, improvvisazione, arrangiamenti e composizioni originali.

Nel 2014 ha prodotto insieme a Rachel O’Brien lo spettacolo Purcell & Dowland al Teatro Binario 7 di Monza. Per l’Associazione Musicale Ricercare di Cislago (Varese) ha prodotto il concerto Kitchen Music (ottobre 2015). Nel 2016 ha prodotto I Dream Awake, che raccoglie brani di musica da camera del compositore americano Bill Whitley, uscito per l’etichetta statunitense Parma Recordings nel 2017. Nel 2018 ha diretto la Budapest Radio Orchestra per l’incisione del cd Mysoginia del gruppo rock Syndone. Ha all’attivo prime esecuzioni assolute di Verrando, Nova, Vassena, Agostini, Ciceri, Sanna, Sabella, Gee, Steinhauer, Terranova, Hayden, Valli, Laporte, Ulivelli, Barontini, Colombo Taccani, Whitley.

Ha curato la realizzazione di musiche per video e installazioni di Studio Azzurro, Mara Colombo, Carla Della Beffa. Sue musiche sono state utilizzate per colonne sonore da Torben Bernhard e Salvatore Garau.

Galleria