Duo Cottica-Adorno

Duo Cottica-Adorno

l repertorio che presentiamo in questo concerto toccherà brevemente la musica contemporanea e si strutturerà come un viaggio lungo il fil rouge dell’esotismo. Lo spunto geografico che viaggia tra Europa, Oriente e Stati Uniti, disegna una sorta di evoluzione di questi aspetti culturali.

Descrizione

FIRMINA VITTORIA ADORNO

Inizia la formazione accademica musicale all’età di 12 anni, superando l’ammissione al Conservatorio “Giuseppe Verdi” e all’“Accademia Internazionale della Musica” di Milano, dove consegue a pieni voti, a 18 anni, il Diploma di Pianoforte e, nello stesso anno, anche presso il Conservatorio “Gesualdo da Venosa” di Potenza, non dimenticando la sua terra natale.

Nel 2014 si laurea in Economia Aziendale e Management all’Università Commerciale “Luigi Bocconi” di Milano e nel 2015 si diploma a pieni voti in perfezionamento pianistico presso la Civica Scuola di Musica “Claudio Abbado” di Milano con il M° Paolo Gilardi e, nel dipartimento di Musica da Camera, con la M° Silva Costanzo.

Nel corso degli anni è ammessa a prestigiose Masterclass musicali:
– Musica da Camera dell’Académie Musicale de Villecroze (Provenza, Francia) nella classe del M° Jacques Zoon;
– la Contemporary Music Summer Academy di Linea Ensemble a Strasburgo;
– la masterclass di Divertimento Ensemble sui Klavierstucke di Stockhausen con il M° Maria Grazia Bellocchio presso lo Showroom Fazioli a Milano;
– con il M° Bruno Canino a Milano e il M° Boris Bekhterev;
– presso l’“Accademia Pianistica Internazionale Incontri Col Maestro“ di Imola con il M° Riccardo Risaliti;
– ai Corsi Internazionali di Perfezionamento presso la “Fondazione Musicale Santa Cecilia” di Portogruaro e nella classe di Musica da Camera del “Trio di Parma”, con i Maestri Enrico Bronzi, Alberto Miodini, Ivan Rabaglia.

Numerose sono la sue esibizioni come solista e in formazioni da camera in Italia e all’estero. Tra queste:
– presso il Conservatorio di Strasburgo;
– presso il Conservatorio di Lugano;
– a Villecroze (Francia) nell’ambito della Acadèmie Musicale in Provenza;
– per la rassegna “Rondò 2015” nelle Gallerie d’Italia di Intesa Sanpaolo di Milano, Vicenza e al Conservatorio di Novara;
– in Toscana per la rassegna musicale “Chianti in Musica”;
– nel Salone degli Stemmi presso il Palazzo Vescovile di Melfi.

A Milano si esibisce:
– per EXPO2015 presso il Museo Teatrale alla Scala;
– presso il Circolo Filologico Milanese;
– “Notturni in Villa”, “Le Contrade della Musica” e “Notti Trasfigurate” in Villa Simonetta;
– “Step Art Fair” presso la Fabbrica del Vapore;
– Presso lo Spazio Cobianchi in piazza Duomo;
– “Cortili Aperti” presso il Palazzo Isimbardi e l’Accademia di Brera;
– “Preludio Piano City” presso la storica Caserma Magenta e city concerts per “Piano City”;
– nelle Sale Panoramiche del Castello Sforzesco;
– per la Fondazione Nicola Trussardi in occasione di “miArt”, presso il Teatro Arsenale;
– al Liceo Scientifico “A. Volta” in un concerto della rassegna “Un piano per il Volta” (per questa esibizione viene menzionata ed elogiata in un articolo sul settimanale “Sette” del Corriere della Sera);
– all’auditorium di “Casa Verdi”, come esecutrice di brani dei compositori dell’Istituto Americano IES Abroad;
– nell’Aula Magna dell’Università “L. Bocconi”;
– negli Auditorium “Lattuada” e “Visconti”;
– in occasione della presentazione del volume “Trattato di armonia di A. Schönberg”, a cura Di Anna Maria Morazzoni presso l’auditorium di Villa Simonetta.
– in Ensemble come esecutrice dei brani vincitori dei Concorsi di Composizione indetti dalla Civica Scuola di Musica “Claudio Abbado”.

Come solista, si aggiudica premi ai Concorsi Internazionali:
– “3° Concorso Internazionale Pianotalents Milano”;
– “3° Rassegna Musicale “Felix Mendelssohn”;
– “International Music Competition – Vittoria Caffa Righetti”;
– “5° Concorso Internazionale Giovani Talenti”;
– Biennale Musica di Venezia. Inoltre, si aggiudica premi in concorsi di Musica da Camera in duo con il flautista Dario Cottica.

Dal 2011 ricopre l’incarico di docente di pianoforte alla Scuola Internazionale Francese “Lycèe Stendhal” a Milano, in aggiunta all’esperienza didattica nella Scuola Statale secondaria inferiore ad indirizzo musicale di Cusago (MI). I suoi allievi vengono menzionati per la preparazione, superando con merito l’ammissione presso prestigiosi Istituti musicali, oltre ad ottenere eccellenti riconoscimenti in Concorsi Nazionali ed Internazionali.

Nel luglio 2016 è stata selezionata come attrice-musicista dello spettacolo teatrale e musicale, in lingua inglese, “The Merry Wives of WILLIAM”, con la regia di Laura Pasetti e musiche originali di Roberto Andreoni, con il quale ha debuttato nella rassegna Shakespeariana di Bari nel novembre 2016. Con questo spettacolo ha vinto il secondo premio, su 115 candidati, al concorso “Sonia Bonacina”.

A partire dall’esperienza teatrale ha fondato insieme a Laura Faoro al flauto e Maria Calvo al violoncello il trio The Merry Wives, che spazia dal repertorio da camera classico a quello contemporaneo, con una forte propensione per la commistione tra musica e recitazione, curando entrambi gli aspetti con la stessa attenzione.

Attualmente approfondisce il repertorio solistico con il M° Davide Cabassi. Inoltre è proiettata nell’ambito della sperimentazione musicale, in una ricerca e approfondimento di brani di compositori viventi, che la porta a seguire corsi di perfezionamento di tecnica pianistica con il M° Maria Grazia Bellocchio e di analisi e prassi esecutiva del repertorio contemporaneo presso il Conservatorio di Lugano con il M° Giovanni Verrando, oltre a progetti musico-teatrali, in coproduzione con la compagnia teatrale scozzese Charioteer Theatre e il Piccolo Teatro di Milano.

 

DARIO COTTICA

Nato nel 1993, intraprende lo studio del flauto traverso sotto la guida del M° Raffaele Giuliani presso la sezione a orientamento musicale dell’Istituto Comprensivo Statale “A. Manzoni” di Cormano. Prosegue gli studi alla Civica Scuola di Musica Claudio Abbado di Milano nella classe del M° Emilio Vapi, diplomandosi a pieni voti nel 2011 presso il Conservatorio “G. Nicolini” di Piacenza. Nel giugno 2015 consegue col massimo dei voti la laurea di secondo livello ad indirizzo didattico per la classe di concorso di strumento musicale A077 presso il Conservatorio “G. Cantelli” di Novara, dove ha continuato gli studi flautistici con i Maestri Gianni Biocotino e Massimiliano Pezzotti. Nel 2016 ottiene l’abilitazione nella suddetta classe di concorso presso il Conservatorio “G. Verdi” di Milano. Ha approfondito la pratica del repertorio flautistico del Novecento con la M° Annamaria Morini presso l’Accademia Filarmonica di Bologna e di quello cameristico seguendo i seminari tenuti dalla M° Silva Costanzo presso la Civica Scuola di Musica Claudio Abbado di Milano, inoltre frequenta il seminario di Nuova Liuteria tenuto dal M° Giovanni Verrando presso il Conservatorio della Svizzera Italiana.

Attualmente si sta perfezionando con i Maestri Michele Marasco e Julien Beaudiment. Si è esibito in veste solistica e cameristica presso numerose rassegne concertistiche in Italia e all’estero. Ha collaborato in qualità di solista con Milano Teatro Scuola Paolo Grassi per la Action de danse del danzatore e coreografo Dominique Dupuy basata sulla performance delle “Cinq Incantations” di A. Jolivet. Ha collaborato come primo flauto e ottavino con l’Orchestra Filarmonica Italiana e l’Orchestra da Camera Arteviva e, nell’ambito del Teatrodanza con la Compagnia Teatrale Corona.

In ambito pedagogico musicale ha collaborato con la Fondazione Sequeri Esagramma ONLUS e l’Orchestra Giovanile Pepita di Children in Crisi Italy ONLUS.

Fa parte di Ensemble Formanti e Uncharted Duo (insieme alla pianista Firmina Adorno), entrambi dediti all’esecuzione della musica del Novecento e contemporanea.

Ha vinto premi come solista e camerista in diversi concorsi nazionali. È stato tra i musicisti selezionati di Académie Musicale de Villecroze in Francia, Nederlandse Fluit Academie in Olanda, Aurora Chamber Music Winter Festival in Svezia e impuls International Ensemble and Composers Academy for Contemporary Music in Austria.

Ha collaborato come docente supplente di flauto presso la Civica Scuola di Musica Claudio Abbado di Milano.

In qualità di vincitore del Concorso per il personale docente svoltosi nel 2016 è ora titolare di una cattedra di flauto in Lombardia.

Ha partecipato alle masterclass dei Maestri di fama internazionale Felix Renggli, Silvia Careddu, Mario Caroli, Emily Beynon, Andrea Lieberknecht, Jacques Zoon, Juliette Hurel, Giulio Francesconi e Nicole Esposito.

Programma

Alfredo Casella Sicilienne et Burlesque op. 23 per flauto e pianoforte

Pierre-Octave Ferroud Trois pièces pour flûte seule

“Bergère captive” II. “Jade” III. “Toan-Yan la Fète du Double Cinq”

Maurice Ravel “Jeux d’eau” per pianoforte

Pierre Sancan Sonatine pour flûte et piano

György Ligeti “Musica ricercata” per pianoforte

Béla Bartók Danze popolari rumene, arrangiamento per flauto e pianoforte di Hywel Davies

Robert Muczynski  Sonata per flauto e pianoforte

 

PROGRAMMA DI SALA 

Obiettivo principe della nostra collaborazione è, da sempre, quello di cercare ed esplorare, tanto nella formazione del duo quanto in quella di altri contesti cameristici, repertori ricercati e audaci che ci permettano di mettere in luce le piene potenzialità espressive e tecniche dei due strumenti e liberarci così dagli strettissimi vincoli del repertorio flautistico “tradizionale”. Abbiamo spinto le nostre ricerche fino alle composizioni contemporanee, convinti che un’attenta scelta della musica che ci è stata messa a disposizione nel presente, sia essenziale per avvicinare il pubblico ai linguaggi musicali più recenti.  Quando poi questo obiettivo può essere perseguito rispolverando piccoli capolavori poco eseguiti, l’operazione diventa ancora più appassionante.

Il repertorio che presentiamo in questo concerto toccherà brevemente la musica contemporanea e si strutturerà come un viaggio lungo il fil rouge dell’esotismo. Lo spunto geografico che viaggia tra Europa, Oriente e Stati Uniti, disegna una sorta di evoluzione di questi aspetti culturali.