Clairvoyance Trio

Clairvoyance Trio

Gianni Mimmo | Sax Soprano
Silvia Corda | Piano e Toy Piano
Adriano Orrù | Contrabbasso

Descrizione

Articolata come una complessa partitura e suonata con un alto grado di libertà, senza parsimonia di emozione, questa è una musica aperta a sciogliere il suo incedere tensivo in improvvisi cambi di prospettiva. Tre strumenti, una line-up paradigmatica che attraversa uno spettro timbrico ampio, costruisce forme complesse e sempre leggibilissime, disciolte in un interplay fragrante. Come punti evidenti in una mappa, le derivazioni ben visibili danzano in una turbolenza trasparente e sempre generativa.

Gianni Mimmo, Silvia Corda e Adriano Orrù si incontrano al festival “Tempo al Tempo” 2016, a Bruxelles. Il successivo incontro è per tre concerti e per una sessione di registrazione nell’ottobre 2017. Nel Settembre 2018 Amirani Records pubblica il loro primo album “Clairvoyance”.
Il titolo diviene il nome del trio. Il loro percorso ha in comune molti aspetti creativi come l‘interconnessione fra le varie forme d’arte, fonti ispirative plurali, l’uso di partiture grafiche e l’indipendenza da stili, mode e scuole.
________________________________________________________________________________________________________________

Gianni Mimmo ha costruito una reputazione internazionale grazie a una ricerca personale peculiare e irriducibile. Il suo stile si avvale di una conoscenza profonda dello strumento e di una coscienza sonora che è elemento costitutivo del suo linguaggio espressivo. Interessato da sempre alla contaminazione fra le arti ha partecipato a numerose attività interdisciplinari, con particolare attenzione al rapporto musica-testo e musica-immagine.

Suoi numi tutelari, come Steve Lacy e Roscoe Mitchell,  appartengono al jazz più avventuroso.
La sua ricerca avvicina anche la musica contemporanea e va a esplorare compositori, esecutori e artisti figurativi . Il suo lavoro è stato ottimamente recensito dai più importanti magazine e le sue collaborazioni includono nomi di rilievo della scena nazionale e internazionale. Collabora inoltre con danzatori, poeti, video-makers e performers. Gran parte della sua attività concertistica si svolge in Europa e negli Stati Uniti, per rassegne e festival internazionali.
E’ fondatore e direttore artistico dell’etichetta  indipendente Amirani Records.

Silvia Corda è pianista e compositrice. I suoi interessi musicali spaziano dal jazz d’avanguardia alla musica contemporanea, dall’improvvisazione radicale alla partecipazione a progetti multimediali che coinvolgono svariati linguaggi artistici come danza, video, cinema e teatro.
Ha collaborato con numerosi musicisti di risonanza nazionale e internazionale. Inoltre è solista di toy piano e interprete di importanti compositori della scena contemporanea, per i quali ha composto e conseguito riconoscimenti internazionali. Sue composizioni sono state eseguite da interpreti quali Phyllis Chen, Mark Robson, Antonietta Loffredo e Aki Kuroda.

Ha inciso per la Splasc(h), per Digitalis Purpurea, per SdM, per Magick with tears, La Bèl, Creative Sources, Pan y Rosas, Amirani. Il suo brano “Tre Ritratti del Tempo” è stato presentato a Tokio dalla pianista Kana Ohnuki alla Keyaki Hall. Lo stesso brano è stato inserito nel programma “Lighting the Dark”, concerto che la pianista Phyllis Chen ha tenuto al Baryshnikov Arts Center di New York. Recensioni, articoli, interviste sono apparsi su Down Beat, Musica Jazz, All About Jazz, The New York Times, Rai Radio3, JazzIt e altri.

Adriano Orrù è contrabbassista e si occupa di jazz, improvvisazione radicale, musica da camera e progetti multimediali. Ha collaborato in varie formazioni con Paolo Fresu, Giancarlo Schiaffini, Tony Oxley, Lenka Zupkova, Gianni Mimmo, AN MOKU, Ettore Fioravanti e molti altri.
Ha inciso per la Splasc(h), Digitalis Purpurea, Comar23, TiConZero, Big Round Records, Setola di maiale, Magick With Tears, LaBèl, Pan y Rosas, Endtitles, Creative Sources, Amirani.
Recensioni, articoli, interviste sono apparsi su Rai Radio3, Doublebassist, All About Jazz, Il Manifesto, Jazz.pt e altri.

 

Galleria